Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

L’uomo non vive di solo pane…

ma quasi!

Grotta di Shanidar in Kurdistan. Alcuni uomini di Neanderthal versano su una pietra rovente una miscela fatta con orzo selvatico macinato e acqua. Curiosi, osservano cosa succede: hanno dato vita a qualcosa di unico e la fragranza che si diffonde nell’aria ne è la conferma. Una festa! Il primo pane della storia deve essere stato cotto così o in maniera simile.
Oggi, dopo 40.000 anni da quel momento, il pane è parte integrante della nostra vita non solo nei pasti principali ma anche nella lingua: nel lessico tedesco esistono più di cinquecento proverbi e modi di dire che hanno a che fare col pane. 

Nomen est omen: sarebbe strano se non avessimo un rapporto speciale con la panificazione qui, all’Alte Mühle (se vi fosse sfuggito, Alte Mühle significa Vecchio Mulino). 
Lo chef Sepp ha un debole per la mollica e per la crosta, per i cibi sostanziosi e nutrienti. La passione per il buon pane lo fa alzare dal letto ogni giorno all’alba: «Un buon giorno inizia con una buona colazione e la nostra colazione include il nostro pane speciale fatto in casa». Quando il tempo lo consente, Sepp prende la ciotola per l’impasto e prepara lui stesso i suoi mitici panini (kastenbrote e vinschgerlen) con la dedizione e la passione che lo contraddistinguono.

A proposito: il vinschgerlen è quasi sacro in Alto Adige. Questo tipo di pane piatto viene lavorato con pasta madre di grano, lievito e una miscela di spezie che, a seconda della regione, contiene (a volte più, a volte meno) trigonella, finocchio, cumino e coriandolo. 
Strettamente imparentato con lo vinschgerlen è lo schüttelbrot senza il quale non esisterebbe il famoso spuntino altoatesino, la Marende (merenda). 

Vi abbiamo fatto venire l’acquolina in bocca? Sì, lo sappiamo, siamo stati un po’ cattivi! Ora c’è solo una cosa che potete fare: prenotare la vostra vacanza autunnale all’Alte Mühle col corso di panificazione con lo chef Sepp incluso. Cosa ne pensate?
 
12.08.2021Hotel Alte Mühle
 

L’uomo non vive di solo pane…

ma quasi!

Grotta di Shanidar in Kurdistan. Alcuni uomini di Neanderthal versano su una pietra rovente una miscela fatta con orzo selvatico macinato e acqua. Curiosi, osservano cosa succede: hanno dato vita a qualcosa di unico e la fragranza che si diffonde ...
12.08.2021Hotel Alte Mühle
 
 
 
Dettagli
 
 
 

Ci pensa mamma…

Un omaggio alla persona più importante della nostra vita.

Ogni anno, il giorno della Festa della Mamma, succede qualcosa di speciale: uomini e donne si riversano nei negozi per comprare fiori e dolciumi da portare alla propria mamma.
Ci si ritrova, pieni di doni, davanti alla porta di casa cercando, ...
06.05.2021Hotel Alte Mühle
 
 
 
Dettagli
 
 
 

TauFrisch

“Fresco di rugiada” dal campo al piatto.

Facciamo parte del progetto di gruppo „TauFrisch“ e coltiviamo oltre trecento diversi tipi di verdura utilizzando metodi naturali in coltura mista. Questo aumenta l’intensit. del gusto, l’assortimento e la freschezza della nostra ...
18.09.2020Hotel Alte Mühle
 
 
 
Dettagli